L’alimentazione giusta per non rovinare la pelle

Con l’arrivo dell’estate è fondamentale seguire un’alimentazione salutare, sia per evitare colpi di caldo, sia per non stressare eccessivamente la pelle, sottoposta a temperature elevatissime in città e al mare. 

Gli alimenti e i nutrienti da preferire

Nell’alimentazione quotidiana non possono mancare i seguenti nutrienti: 

Vitamina A: il β-carotene negli alimenti vegetali viene convertito in vitamina A nella pelle, influenzando lo spessore e il colore della pelle, la funzione delle ghiandole sebacee, la crescita dei capelli e delle unghie;

Vitamina C: favorisce la formazione della barriera epidermica e del collagene; protegge le cellule dall’ossidazione contrastando l’invecchiamento e promuove la riparazione dei danni indotti da radiazioni UV o altri fattori ambientali;

Vitamina E: sintetizzata esclusivamente dalle piante, viene assunta con il cibo. Contribuisce alle difese antiossidanti della pelle, mostra anche proprietà fotoprotettive, rassodanti e idratanti utili a migliorare elasticità, struttura e morbidezza;

Minerali: sono micronutrienti essenziali che non possono essere sintetizzati nell’uomo e quindi devono essere ottenuti dal cibo: calcio, fosforo, potassio, sodio e magnesio, iodio, zolfo, zinco, ferro, cloro, cobalto, rame, manganese, molibdeno e selenio. Una loro carenza ha un effetto negativo sulla salute umana, anche sulla pelle;

Acidi grassi insaturi: gli acidi grassi omega-3 e omega-6, che hanno un loro ruolo nella prevenzione di malattie cardiovascolari, fanno bene anche alla pelle. Una loro carenza può portare a secchezza, desquamazione, flaccidità, maggiore suscettibilità alle irritazioni e guarigione più lenta. Si trovano soprattutto negli oli vegetali ottenuti da semi, frutta (olive, avocado), noci e germogli, nel pesce azzurro e nel salmone;

Polifenoli: sono composti diffusi nel mondo delle piante, accelerano la naturale rigenerazione dell’epidermide, stabilizzando i capillari, migliorando la microcircolazione e l’elasticità e proteggendo dai fattori esterni dannosi, compresi i raggi UV. Si trovano in melograno, more, mirtilli, prugne, ciliegie, fragole, lamponi, uva, mele, pesche, albicocche, nettarine e pere, nei semi di lino e di soia, in castagne, noci, nocciole, noci pecan e mandorle, olive nere e verdi, carciofi, cicoria rossa e verde, cipolle, spinaci, broccoli, asparagi, lattuga, tè verde;

Carotenoidi: sono pigmenti che conferiscono un colore giallo, rosso o arancione a fiori, frutti o foglie. Presenti nei frutti come mango, meloni, agrumi, pomodori e verdure come peperoni rossi e cavoli a foglia verde scuro, stimolano la produzione di collagene ed elastina, migliorano il filtraggio UV e mostrano effetti antinfiammatori. Hanno dimostrato di migliorare l’elasticità, l’idratazione e la consistenza della pelle.

Share:

Condividi su facebook
Condividi su twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Social Media

Le più popolari

Resta in contatto

Sottoscriv la newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.

Categorie

On Key

Articoli Correlati

Spaghetti alla Nerano, la ricetta

La ricetta degli spaghetti alla Nerano racchiude storia e sapori della costiera amalfitana. Spaghetti, formaggio e zucchine, pochi elementi che sanno però dare, insieme al

resta in contatto

ci piacerebbe avere il tuo parere sulla tua esperienza finora