La liquirizia per combattere la pressione bassa

Con il caldo intenso di questi giorni non è raro per moltissime persone soffrire di pressione bassa. La liquirizia è una pianta che oltre ad essere amata per il suo gusto da grandi e bambini, è utilizzata da millenni per aiutare la salute dell’organismo. 

I primi ad utilizzarla come rimedio medico sono stati probabilmente i cinesi già millenni fa. 

La liquirizia annovera tra le sue capacità quella di aumentare la pressione arteriosa. 

La glicirizzina amica del benessere

Il succo estratto dalla radice di liquirizia contiene il 5-10% di glucidi e fino al 5% di glicirizzina, principio attivo che favorisce la ritenzione del sodio. 

La glicirizzina della liquirizia inibisce un particolare enzima adibito alla frammentazione di due ormoni, cortisolo e aldosterone, che aumentano la ritenzione di sodio e la perdita di potassio grazie ai reni, aumentando la pressione di conseguenza. 

Quanta liquirizia assumere

La glicirizzina della liquirizia ha un effetto davvero potente sull’organismo e sulla pressione arteriorsa, occhio quindi alle quantità. In circa 10 gr di liquirizia (il classico bastoncino) è contenuto all’incirca 1 gr di glicirizzina, mentre la dose giornaliera consigliata è mezzo grammo. Prestare sempre attenzione quindi alle quantità, onde evitare il problema opposto di pressione arteriosa alta. 

Share:

Condividi su facebook
Condividi su twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Social Media

Le più popolari

Resta in contatto

Sottoscriv la newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.

Categorie

On Key

Articoli Correlati

Spaghetti alla Nerano, la ricetta

La ricetta degli spaghetti alla Nerano racchiude storia e sapori della costiera amalfitana. Spaghetti, formaggio e zucchine, pochi elementi che sanno però dare, insieme al

resta in contatto

ci piacerebbe avere il tuo parere sulla tua esperienza finora